Il debutto del progetto 7-Day Challenge to Live Like You

in Tempo libero

Il debutto del progetto 7-Day Challenge

Per alcuni, la Mondiale della sclerosi multipla è un’occasione per ricordarsi che non si è da soli… ci sono infatti 2,3 milioni di persone nel mondo che convivono con questa malattia.

Ma oggi, non si tratta solo di convivere con la SM: si tratta di poter vivere. La Giornata Mondiale della SM ha lo scopo di ricordare il comune desiderio di condividere come ognuno vive la propria quotidianità con la sclerosi multipla.

Ma quanto sai di quello che ti rende te stesso... te stesso? Hai mai sperimentato tutti quegli strumenti a disposizione per imparare qualcosa in più di te stesso e per comprendere meglio la situazione di convivenza con la SM? È giunto il momento di provare, ecco perché siamo felici di presentare 7-Day Challenge to Live Like You.

Cos’è 7-Day Challenge to Live Like You?


Tutti i giorni, si generano centinaia di informazioni che possono dirci chi siamo. Che si tratti di quanto si cammina durante il giorno, di quante calorie vengono bruciate, di quante email vengono spedite o di che musica si ascolta, il numero di informazioni a disposizione è assai elevato, ma quale significato hanno? E cosa più ancora importante, chi può interpretare queste informazioni al fine di modificare e migliorare lo stile di vita, affinché sia concepito su misura per ogni persona?

Il tracking è l’ultima tendenza tecnologica – esistono dispositivi indossabili praticamente su tutto. Ma per le persone affette da SM, la tecnologia del tracking rappresenta più che un modo per tenersi in forma. È uno strumento per gestire meglio i sintomi e capire cos’è meglio per sé.

Le persone affette da SM sono molto più della loro malattia. Sono più che un semplice punteggio EDSS o una nota scritta dal medico sulla cartella clinica. Sono persone che vivono una vita intensa e c’è molto che le rende quello che sono… beh, loro stessi! Questo dunque è quello che questa sfida si pone come obiettivo: consiste nel dotare i pazienti di SM degli strumenti necessari per rilevare informazioni personalizzate che li aiutino a comprendere meglio loro stessi.

Il 7-Day Challenge è semplice: si tracciano le proprie attività per sette giorni e si avranno informazioni preziose, utili per possibili miglioramenti dello stile di vita.

Come funziona il 7-Day Challenge?


Il 7-Day Challenge utilizza le nuove tecnologie indossabili e i sistemi online che le persone utilizzano quotidianamente, come calendari, canali social media e tracker di attività sportive per ricavare preziose informazioni utili per possibili miglioramenti dello stile di vita.

Si inizia inserendo dei tool di tracciabilità, che dovranno essere usati quotidianamente. Questi possono spaziare da FitBit, a Jawbone, a RunKeeper, e molti altri ancora. Ma non si tratta solo di tecnologie indossabili. Si possono anche sincronizzare le proprie email, il proprio calendario, i social network e tutto ciò che può raccogliere informazioni sulla persona. Qualora non si desideri integrare i propri dispositivi e i propri account, sarà possibile inserire manualmente i dati. Al termine dei sette giorni, si riceverà un report personalizzato che offrirà importanti e utili informazioni da controllare.

Tali informazioni possono includere qualsiasi cosa, da come il riposo possa influire sull’umore, come la musica che si ascolta possa influire sull’attività fisica e molto altro ancora.

Perchè tenere traccia di sè è importante


Per le persone che vivono con la SM, i benefici che si possono trarre dalla tracciabilità delle attività della vita quotidiana possono essere enormi. Tenere traccia delle abitudini di salute (sia fisiche che mentali) aiuta ad acquisire consapevolezza su ciò che fa o meno bene a se stessi, permettendo di raggiungere importanti risultati.

Ma come? Qui viene riportato un esempio. Si sa che uno degli indicatori della malattia nella SM è una rapida perdita del volume cerebrale, conosciuta anche come atrofia cerebrale.

L’atrofia cerebrale può portare a difficoltà cognitive che possono rendere la vita di un paziente affetto da SM molto difficile. Ma si immagini, se fosse possibile individuare quei cambiamenti nello stile di vita necessari a rallentare l’atrofia cerebrale (nello stesso modo in cui è possibile trovare una soluzione per gestire meglio la grande quantità di email al lavoro)? Ciò non sarebbe solo di aiuto, ma potrebbe essere una grande opportunità.

Perchè sette giorni?


Perché non si deve fare altro per sette giorni! Ok, forse proprio niente no, ma si spera che il monitoraggio di soli sette giorni possa aiutare a capire cosa sia il meglio per se stessi.

Il 7-Day Challenge è disponibile fin da ora ed è possibile iniziare il monitoraggio appena si è pronti. Il 7-Day Challenge non si ferma terminati i sette giorni. Il programma sarà disponibile per la comunità SM, per consentire alle persone con sclerosi multipla di continuare a raccogliere preziose informazioni su se stesse e su come gestire meglio la loro convivenza con questa patologia.

Per accedere a 7-Day Challenge, clicca qui: 7DayChallenge.tictrac.com


Se vuoi leggere l’articolo originale, clicca qui


Leggi di più in Tempo libero

Condividilo sui tuoi profili social