Cosa hanno in comune il tempo e gli amici?

Retha Sislerdi Retha Sisler

in Tempo libero

Amicizia e Sclerosi Multipla

Che si tratti di una pioggerella leggera o di un temporale con tuoni e fulmini, amo le notti di pioggia, che spesso mi ricordano i diversi tipi di amici che ho incontrato nella mia vita, soprattutto in seguito alla diagnosi di sclerosi multipla.

I miei “amici delle ore liete” escono sempre per divertirsi, per il sole, le risate e la gioia. Sono come una giornata luminosa di sole, ma quando inizia a prepararsi la tempesta, spesso spariscono. Fortunatamente ritornano sempre quando la tempesta è passata e il sole splende di nuovo.

Gli amici del “cattivo tempo” hanno un sesto senso nel capire quando qualcosa va storto, o quando mi sento giù o così così. Magari non li sento da un po’ di tempo, ma quando tutto inizia a crollare, loro compaiono per affrontare la tempesta con me. Quando il peggio è passato, piano piano vanno via per tornare solo quando ho realmente bisogno di un amico. Questi amici sono come una luce in un notte davvero buia.

Tutti i miei amici mi ricordano i voti tradizionali del matrimonio: nel bene e nel male, in ricchezza e povertà, in salute e malattia, amarti e onorarti finché morte non ci separi. Questi amici sono la famiglia che ho scelto per me, i soli che stanno con me con il sole o la pioggia.

La SM ha avuto un impatto serio sulle mie amicizie. Purtroppo ho perso molti amici in questi anni, perché ci sono persone che non riescono a gestire gli alti e bassi che possono presentarsi quando sei amico di qualcuno che ha la sclerosi multipla. Sono sicuro che in parte sia anche colpa mia, perché ci sono state volte che facevo fatica io stesso ad affrontare il fatto di avere la SM, perciò non ho fatto il minimo sforzo per impedire che queste amicizie finissero.

Per esempio, andare al cinema o a teatro per me è molto complicato, perché dopo che sto seduto per un po’ di tempo, alzarmi e camminare e soprattutto salire le scale, è uno sforzo enorme, così invece che essere onesto con i miei amici spesso ho preferito rifiutare l’invito. E dopo un po’ hanno smesso di invitarmi. L’amicizia può essere complicata in questi termini – la maggior parte delle persone ha già i suoi problemi, ed è comprensibile se a volte non riescono a farsi carico anche di quelli degli altri.

È importante capire che abbiamo bisogno di diversi tipi di amicizie, alcuni amici sono leggeri e radiosi, portano risate e divertimento e mai lacrime, problemi seri o conversazioni. Altri sono più seri, e con loro possiamo discutere di argomenti diversi, dalla politica alle questioni personali, mentre ci stiamo godendo una piacevole cena o una serata insieme. Abbiamo anche bisogno di amici da cui dipendere, quando si tratta di aspettare per un appuntamento, che ci aiutino nel fare compere quando non stiamo bene, o ascoltino i nostri problemi di cuore.

Mi ritengo davvero fortunato, perché anche se oggi ho un numero di amici più limitato, quelli che ho per me sono come un'espansione della mia famiglia. E prendiamo il tempo come viene, insieme.


Se vuoi leggere l’articolo originale, clicca qui


Leggi di più in Tempo libero

Condividilo sui tuoi profili social