Giornata Mondiale della sclerosi multipla: che cosa significa per te “indipendenza”?

in Dentro la SM

giornata mondiale della sclerosi 2016

In onore della Giornata Mondiale della SM 2016, i nostri blogger stanno condividendo le loro storie di forza, determinazione e indipendenza. Il 25 maggio i membri della comunità SM mondiale si riuniranno per celebrare la Giornata Mondiale della SM e condividere ciò che li rende #strongerthanMS (“più forti della SM”).

I nostri blogger hanno preso in considerazione il ​​tema di quest’anno – l’indipendenza – e hanno discusso il modo con cui rimanere forti nella vita quotidiana, mentre si affrontano le possibili sfide della SM. Ecco cosa hanno detto:

Che cosa significa indipendenza per te?

Essere in grado di fare le cose che voglio fare, quando le voglio fare. Fare scelte autonome, per me stessa, circa la mia salute, le attività quotidiane, la carriera, la famiglia, la mia vita, insomma. – Angela Brandt

Indipendenza per me significa vivere la vita come si vuole, tutti i giorni, con poche o nessuna limitazione. – Karen O’Shea

Indipendenza significa per me la libertà e la capacità di fare delle scelte che determineranno il corso della mia vita. – Retha Sisler

Come è cambiata la vostra interpretazione del termine “indipendenza” dalla diagnosi?

Quando ero più giovane significava poter andare e venire a mio piacere, e fare tutto ciò che volevo, quando volevo, pur tenendo conto delle esigenze della famiglia. – Declan Groeger

Non la do per scontata. Essendo la SM così imprevedibile, ogni corsa che faccio, ogni giorno senza sintomi, è una grande vittoria. So bene che domani la situazione potrebbe essere completamente diversa da oggi, e cerco quindi di trarre il massimo dalla vita. Capisco inoltre che, anche se in futuro non sarò più in grado di fare fisicamente qualcosa, posso ancora affermare la mia indipendenza nel modo in cui decido di gestire le cose che mi succedono e in come continuo a vivere la mia vita. – Angela Brandt

Dalla diagnosi, mi sono reso conto che è estremamente importante che io prenda da me le mie decisioni e che viva in modo consapevole. L’indipendenza per me inizia dalle cose più piccole e semplici, come una bella giornata, del buon cibo o un giorno senza dolore o affaticamento. Cerco di vedere la vita per quello che è e non lascio che sia la SM a viverla al posto mio. – Birgit Bauer

Completare lo spazio: _____________________ mi rende indipendente dalla SM.

La mia visione della vita mi rende indipendente dalla SM. – Retha Sisler

Il mio amore per la vita mi rende indipendente dalla SM. – Willeke van Eeckhoutte

È stata la mia personalità – caparbia e al tempo stesso placida – a rendermi indipendente dalla SM! La caparbietà lotta con ogni fibra del mio corpo per andare avanti, mentre la placidità è la parte di me che si prende una pausa quando qualcuno dice “Hai bisogno di riposare. Sai esagerando”. – Karen O’Shea

Che consiglio daresti alle altre persone con SM, a proposito dell’indipendenza?

Consiglierei loro loro di rimanere in forma, mentalmente e fisicamente, il più possibile e il più a lungo possibile. Entrambi gli aspetti della forma fisica sono egualmente importanti. – Declan Groeger

Guardate a voi stessi e alle vostre capacità. Abbiate fiducia in voi stessi e createvi una vostra vita, costruitevi una rete di persone che possono aiutarvi se ne avete bisogno e chiedete aiuto, se necessario. Ricordate che chiedere aiuto non è vergognoso; è invece un segno di coraggio, che serve a rendere vivibile la propria vita. – Birgit Bauer

Datevi la possibilità di essere indipendenti, ma non abbiate paura di chiedere aiuto. – Willeke van Eeckhoutte


Se vuoi leggere l’articolo originale, clicca qui


Leggi di più in Dentro la SM

Condividilo sui tuoi profili social