I sintomi della SM di cui non parliamo… come la disfunzione sessuale

Willeke Van Eeckhouttedi Willeke Van Eeckhoutte

in Dentro la SM

Disfunzione sessuale e Sclerosi Multipla

Nei romanzi appassionanti, nelle riviste e nei film, il sesso sembra perfetto, come se ogni volta, con assoluta spontaneità e nessuna preparazione, due scintillanti esplosioni avvenissero esattamente nello stesso momento in una volta sola. È facile credere che una vita sessuale “normale”, sia come quella che vediamo ogni giorno in una soap opera osé. Ma io sono qui per sfatare questo mito.

Per molte persone con malattie neurologiche come la sclerosi multipla, il sesso può essere motivo di imbarazzo e vergogna. Cambiamenti come la perdita della sensazione, il dolore, la mobilità, la fatica, l’ansia, l’eiaculazione precoce, e altri problemi possono farti sentire solo e ostacolare una buona relazione intima.

La disfunzione sessuale non è un qualcosa di cui vergognarsi. Questo problema infatti è molto più comune di quanto si possa pensare: circa il 50% degli uomini e il 75% delle donne con SM possono avere qualche complicazione sessuale. Il mio segreto per gestirli? Comunicare, comunicare e ancora comunicare.

Sicuramente non è mai facile parlare di sesso, ma posso assicurarti per esperienza diretta, che evitare l’argomento è solo peggio. Aver paura di parlare di te e dei desideri e delle paure del tuo partner può portare a una serie di problemi, da un rapporto teso e insoddisfatto, fino a una bassa autostima e una sensazione di inadeguatezza – tutte cose che vorremmo evitare.

Il mio migliore (o peggiore) esempio? Quando mi diagnosticarono la malattia, per via della stanchezza e altri sintomi ancora non trattati, percepivo la mia normale intimità più che un compito che come una spontanea manifestazione di affetto. Invece di parlarne con il mio compagno, in silenzio mi sono costretta a essere l’amante perfetta, creando solo più stress emotivo. Ho anche iniziato a chiedermi se sarebbe stato più facile evitare del tutto il sesso (non è una buona idea!). Avevo bisogno di un piano per rimettere a posto la mia vita sessuale e imparare a gestirla in futuro. Proprio come per tanti altri aspetti di gestione della SM, ho fatto un passo indietro, e ho messo giù alcuni punti, che mi sono stati utili per controllare il sesso, senza pensare a quanto potesse essere complicato farlo:

  1. La comunicazione è essenziale: dite al vostro partner come vi sentite e cosa volete. A seconda del tempo da cui state insieme o dell’intimità del vostro rapporto, può essere difficile o imbarazzante. Ma il mio primo suggerimento è quello di essere completamente onesti. Solo parlare apertamente delle vostre esigenze vi farà sentire più vicini.
  2. Non è solo una questione di orgasmo: cerca nuovi modi per eccitarti, esplora diversi tipi di stimolazione, e cerca di capire cosa evitare. Rimarrai piacevolmente sorpreso da quello che scoprirai. Se coinvolgi il tuo partner, fagli capire che apprezzi i suoi sforzi. In fin dei conti tutti hanno bisogno di un piccolo incoraggiamento. Invece di concentrarti solo sull’orgasmo trai piacere dall’intimità con il tuo partner e dai sentimenti che provi in quel momento. Questo livello di intimità può essere altrettanto appagante.
  3. Conosciti… intimamente: sentirsi a proprio agio con il tuo corpo può essere un compito difficile quando convivi con l’imprevedibilità della SM. In più la pressione di stare insieme a qualcuno può rendere il problema della disfunzione sessuale ancora più complicato. Il modo migliore per raggirare il problema è imparare a conoscerti con intimità. Proprio così, masturbarsi. Sperimenta cosa ti fa sentire bene, scopri quello che non ti piace, e gioca con giocattoli e lubrificanti. Non solo la masturbazione è piacevole ma sentirti sicuro di ciò che vuoi, può solo aumentare la tua sicurezza quando stai con il partner.
  4. I giocattoli sono per tutti: i negozi di giocattoli per adulti in città o su internet offrono strumenti per uomini e donne per vivacizzare le esperienze sessuali. Cercate soluzioni insieme, e provateli insieme. Non potrà che rafforzare il vostro rapporto sessuale e sensuale. Ti senti stupido? Non ti preoccupare, ridere può servire per allentare la tensione, e far sì che le cose prendano la giusta direzione.
  5. Pensa agli altri benefici: ricorda, proprio come altre forme di esercizio, l’attività sessuale ha vantaggi fisici e psicologici, come aiutarti a gestire lo stress, rafforzare la relazione, migliorare la qualità del sonno e alleviare il dolore.
  6. Non c’è niente di male a chiedere aiuto: se il tuo partner non si sente a suo agio quando parlate di sesso, chiedi aiuto al tuo medico, un infermiere, un amico o uno psicologo. Spiega al tuo operatore sanitario i farmaci che assumi e i sintomi che hai. Forniscigli più dettagli che puoi. È probabile che il tuo problema sia più comune di quanto pensi.

Sperimentare, rassicurarsi, ripetere, ravvivare e apprezzarsi l’un l’altro ti farà sentire pienamente soddisfatto. Il sesso non è una via trascinata solo per il risultato. Quando ci si sente bene, belli, soddisfatti e felici il resto vien da sé.


Se vuoi leggere l’articolo originale, clicca qui


Leggi di più in Dentro la SM

Condividilo sui tuoi profili social